030 220074

PROSPETTIVE 2023 DEL MERCATO IMMOBILI D’IMPRESA A BRESCIA

  • 1 anno ago
  • 0

Quali sono le prospettive per il territorio bresciano nel settore immobili per l’impresa nel 2023? 

 

Analizziamo il tema con gli esperti Antonio e Andrea Checcucci, contitolari dello Studio Colombo & Checcucci srl, con sede a Brescia Due, Palazzo Symbol, da oltre 40 anni leader, anche in ambito nazionale, nel settore dell’intermediazione immobiliare per l’impresa, dove fornisce consulenza nelle compravendite e locazioni di stabilimenti industriali, capannoni artigianali, magazzini per logistica, terreni, uffici, negozi ed  immobili per investimento. 

 

“Negli ultimi due anni – afferma Antonio Checcucci – nonostante la ripresa vigorosa dell’inflazione la nostra economia è un volano alla ripresa generale del mercato immobiliare, compreso il nostro mercato di riferimento che è quello dei capannoni industriali e logistica, e direzionale 

Quest’ultimo settore a Brescia vive un periodo caratterizzato dalla mancanza sempre più marcata di offerte valide e dall’altro lato una sostanziale tenuta delle richieste di immobili ad uso industriale e di logistica.

Questo scenario ha una cornice di prezzi stabili per l’usato e prezzi in netta crescita per il nuovo dovuti all’escalation dei costi dei prodotti legati all’edilizia.

 

“Questo elemento – nota Andrea Checcucci – confermato da colleghi che operano in  tutto il Nord Italia, ci induce a credere che anche il 2023 sarà un anno di grandi sfide con imprese sempre più disponibili ad investire per ampliare le loro superfici  principalmente di grandi dimensioni.

 

I prezzi dell’usato e dei terreni edificabili non si sono sostanzialmente modificati, e questo fatto creerà anche nell’anno che abbiamo davanti opportunità da cogliere molto interessanti.

 

Ancora in miglioramento anche il settore della vendita di immobili industriali a reddito, che garantiscono all’acquirente rendite tra il 7% e 8% del capitale.

 

Brescia e provincia si confermano quindi capitale anche nel settore industriale, oltre che nella cultura; “Ne siamo orgogliosi” – commentano i Checcucci – perchè possiamo affermare di dare anche e noi un piccolo contributo alla diffusione di ricchezza e occupazione nella nostra provincia.

Unisciti alla discussione

Confronta Strutture

Confronta